ilprogramma

Domenica19Settembre2010

09.00 - 21.00

Laura Serri
I giardini di Lilliput

La fortuna vagabonda

Curatore: Luiza Samanda Turrini

Criminali Open Space
aggiungi al tuo programma


Con l'opera “i giardini di Lilliput” l'artista propone una riflessione sul tema della ricerca della fortuna. Il “moto verso” la fortuna implica la volontà dell'uomo di non sottostare passivamente agli eventi ma a farsi per primo ricercatore e creatore della propria fortuna. “I Giardini di Lilliput” rivelano sin dal titolo il legame che li accosta a questo tema:Lilliput infatti è il primo approdo di Gulliver che, pur possedendo una discreta posizione sociale ed economica in terra natale, decide di abbandonarla e di andar per mare sfidando così la sorte, parola che si traduce in francese col termine “hasard” , che significa casualità ma anche rischio, richiedendo quindi una buona dose di coraggio.

Laura Serri è nata a Sassuolo dove vive e lavora. Ha studiato presso l'Accademia di Belle Arti di Bologna. Dal 1999 ha esposto in numerose gallerie italiane e straniere e ha vinto importanti concorsi. Il suo lavoro è pubblicato su numerose riviste e cataloghi.

Luiza Samanda Turrini (Polonia, 1979) è pubblicista, critica d’arte e curatrice free-lance. Ha pubblicato  per  le riviste Drome, Bang Art, Parol,  Le Voci della Luna, 2.0, Inside; per i quotidiani L’informazione, La Gazzetta di Modena, e il manifesto. È resident curator per la galleria Magazzini Criminali. Ha collaborato con Annovi Contemporanea e con la galleria berlinese Superplan.

Venerdì 17 alle ore 18.00: inaugurazione alla presenza dell’artista

La mostra prosegue  fino al 31 ottobre 2010
orari di apertura: sabato e domenica 16.00 – 19.00

 

Criminali Open Space
Piazzale Gazzadi, 6
41049 Sassuolo
magazzinicriminali@libero.it
tel
. 392 4811485
Ufficio Stampa: bebi@aliascomunicazione.it 
tel. 329 7721832



<<
logo festivalfilosofia

Consorzio per il festivalfilosofia - Largo Porta Sant'Agostino 337 - 41121 Modena - telefono 059 2033382 - fax 059 2033120 - e-mail: info@festivalfilosofia.it