festivalfilosofia sulle arti
Il mistero dell opera
Venerdì 15 Settembre 2017
16:30
Conduce:

Lectio Gruppo Hera

Modena

La grande arte mantiene salda la sua radice tragica, il suo dedicarsi al reale impossibile da rappresentare. In che modo l’opera d’arte continua a implicare un’assenza a se stessa, una discontinuità, un’intermittenza e il silenzio come modalità del suo apparire?

Massimo Recalcati , psicoanalista di orientamento lacaniano, insegna Psicopatologia del comportamento alimentare presso l’Università di Pavia. Accanto a un lavoro di interpretazione dello sviluppo e della struttura del pensiero lacaniano, si è occupato di fenomeni di dipendenza alimentare. Più di recente ha indagato le figure del padre, della madre e della relazione familiare nell’epoca della crisi dell’autorità. Tra i suoi libri recenti: Non è più come prima. Elogio del perdono nella vita amorosa (Milano 2014); La forza del desiderio (Magnano-Biella 2014); L’ora di lezione. Per un’erotica dell’insegnamento (Torino 2014); Melanconia e creazione in Vincent van Gogh (Torino 2014); Le mani della madre. Desiderio, fantasmi ed eredità del materno (Milano 2015); Jacques Lacan, vol. II: La clinica psicoanalitica. Struttura e oggetto (Milano 2016); Il mistero delle cose (Milano 2016); Il segreto del figlio. Da Edipo al figlio ritrovato (Milano 2017); La pratica del colloquio clinico. Una prospettiva lacaniana (Milano 2017).

2013|2014|2015|2016

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy utilizzando il tasto 'Leggi' di questo banner o il link presente nella parte inferiore di ogni pagina. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.