festivalfilosofia sulle arti
Nicola Straffelini, Giulio Mozzi, Francesco Bergamasco<br>FalsoPiano
Nicola Straffelini, Giulio Mozzi, Francesco Bergamasco
Venerdì 14 Settembre 2018
21:00
Conduce:

A cura di: Associazione Amici della Musica di Modena “Mario Pedrazzi”
In collaborazione con: Quadrivium Associazione Musica Contemporanea

Modena

Come fece l’illustre sconosciuto Alessandro Parisotti a trarre in inganno persino Stravinskij? Quali sono gli elementi che determinano uno stile? Come distinguere un originale da una copia? E… come si crea un falso?

Questi sono alcuni dei quesiti ai quali lo scrittore Giulio Mozzi, il compositore Nicola Straffelini e il pianista Francesco Bergamasco cercheranno di dare una soluzione.

Tutto ciò con la complicità del pubblico, attraverso un botta e risposta fra letteratura e musica, in una sorta di sfida condotta con l’illustrazione e il commento di esempi d’autore che spaziano dall’omaggio accorato all’affettuosa parodia: una carrellata a tratti malinconica e a tratti divertente, con momenti che rasentano l’irriverenza.

 

 


Nicola Straffelini, compositore e didatta, ha ricevuto numerosi riconoscimenti internazionali (in Europa, Canada, U.S.A. e Australia) e collaborato con alcuni scrittori italiani, tra cui Edoardo Sanguineti, Michele Mari e Giulio Mozzi.

Giulio Mozzi è nato nel 1960. Apprezzato scrittore di racconti, lavora come consulente editoriale (già presso Theoria, Sironi ed Einaudi Stile libero, attualmente presso Marsilio). Insegna scrittura creativa dal 1993 e ha fondato a Milano la Bottega di narrazione. Il suo bollettino "vibrisse" è uno dei blog letterari più frequentati d'Italia.

Francesco Bergamasco, nato a Chiavari nel 1978, ha al suo attivo un notevole numero di concerti tenuti in importanti località italiane ed estere. E’ docente di Pianoforte presso il Conservatorio “Vivaldi” di Alessandria; collabora inoltre con l’Orchestra Sinfonica Nazionale Rai di Torino.

Gli Amici della Musica di Modena compiranno 100 anni nel 2019. La loro storia rappresenta una mappa dettagliata degli interessi, dei gusti, delle passioni culturali e musicali italiane, modenesi e dei singoli membri, dal fondatore Mario Pedrazzi agli attuali componenti del Direttivo. Nel XX secolo gli AdM hanno creato stagioni concertistiche di altissimo livello; nel XXI ha preso forma anche un progetto culturale più ampio e in costante aggiornamento che prevede stagioni concertistiche, produzioni originali e numerose attività di formazione degli ascoltatori.

 

Associazione Amici della Musica di Modena “Mario Pedrazzi”
Sede legale presso Fondazione San Carlo
Via San Carlo 5
41121 Modena
Tel. 329 6336877
info@amicidellamusicamodena.it
www.amicidellamusicamodena.it

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy utilizzando il tasto 'Leggi' di questo banner o il link presente nella parte inferiore di ogni pagina. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.