festivalfilosofia sulle arti
Il festivalfilosofia a Matera 2019

Il festivalfilosofia a Matera 2019

Il 16 e 17 marzo lezioni magistrali di Roberto Esposito, Nathalie Heinich e Stefano Micelli nella Capitale Europea della Cultura 2019

Aperta all’Europa e al suo futuro, Matera Capitale della Cultura Europea 2019 incarna la visione multidisciplinare, comunicativa e accessibile del sapere che è vocazione anche del festivalfilosofia.

Nelle giornate di sabato 16 marzo e domenica 17 marzo dedicate a Modena e al suo territorio, il festivalfilosofia contribuirà ad arricchire il programma di Matera 2019 con tre appuntamenti: interventi di Roberto Esposito, Nathalie Heinich e Stefano Micelli articoleranno un percorso sulle connessioni tra arti, lavoro, trasformazioni tecnologiche e nuove forme della creatività, per mostrare le sfide che si pongono nell’epoca della «artificializzazione». Antiche separazioni – come quella tra arti e tecniche – sono in via di ricomposizione, mentre al lavoro si chiede di stabilire nuovi rapporti con l’esistenza dei singoli.

Roberto Esposito mostrerà lo statuto del corpo tra politica e tecnica, anche discutendo la sua manipolabilità e disponibilità nei processi lavorativi (sabato 16 marzo, ore 18, Casa Cava), mentre Stefano Micelli farà il punto sul rapporto tra creatività e nuovo artigianato, segnalando il ruolo delle nuove tecnologie (domenica 17 marzo, ore 12, Casa Cava). Nathalie Heinich, per contro, discuterà la riconfigurazione del confine tra lavoro e opera d’arte, evidenziando le trasformazioni che sono avvenute rispetto alla figura dell’artista (domenica 17 marzo, ore 10.30, Casa Cava).

Entro i cinque campi che strutturano il programma di Matera, il festivalfilosofia si riconosce pienamente nel principio chiamato «riflessioni/connessioni», perché assume come proprio compito quello di favorire una «cittadinanza culturale» che porti a «immaginare nuovi modelli di vita, cultura ed economia». La diagnosi delle trasformazioni del presente è d’altronde la “missione” che caratterizza il festival fin dalla nascita.

 

 

Roberto Esposito
Il corpo tra politica e tecnica

Sabato 16 marzo 2019, ore 18.00
Casa Cava | Via S. Pietro Barisano, 47 Matera MT

La lezione sarà dedicata allo statuto del corpo come luogo di transito tra persona e cosa: dotato di una tecnicità originaria, il corpo rompe lo schema binario della tradizione perché è “cosalizzabile”, per esempio dalle biotecnologie o dai processi lavorativi, facendo emergere la sua natura non di monade, ma di dispositivo intermedio. [continua]

 

Nathalie Heinich

Artisti. Dall’opera alla persona

Domenica 17 marzo 2019, ore 10.30
Casa Cava | Via S. Pietro Barisano, 47 Matera MT

Nel corso dei secoli la percezione e valutazione dell'arte si sono sempre più spostate dall'opera creata alla persona del creatore. Si possono distinguere due principi opposti nell'attribuzione della grandezza artistica: da una parte un principio “personalista”, privilegiante il merito intrinseco dell'autore dell'opera, dove quest'ultima rappresenta solo una manifestazione tra le... [continua]

 

Stefano Micelli

Lavoro artigiano. Fra tecnologia e cultura umanistica

Domenica 17 marzo 2019, ore 12.00
Casa Cava | Via S. Pietro Barisano, 47 Matera MT

Nel percepito quotidiano, il significato dell’aggettivo “artigianale” oscilla ancora oggi fra un’accezione negativa, che ne fa il sinonimo di “rudimentale” o “approssimativo” e un’accezione particolarmente positiva, che associa il termine a maestria e a qualità superiore. La prima associazione riflette... [continua]

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy utilizzando il tasto 'Leggi' di questo banner o il link presente nella parte inferiore di ogni pagina. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.