15/09/2019 - Festivalfilosofia 2019: forte crescita di pubblico

I dati finali indicano che le presenze superano le 200mila

L’edizione appena conclusa del festivalfilosofia è stata caratterizzata da una consistente crescita di presenze rispetto all’anno passato. Il programma filosofico ha sfiorato le 90.000, che, sommate al dato del programma artistico (circa 112.000), fissano il totale a 201.000 (contro le 185.000 del 2018). Le presenze salgono a circa 220.000 includendo anche i risultati di “Aperto per festival”, ossia l’insieme delle aperture straordinarie in luoghi di interesse culturale nelle tre città.

Per quanto concerne il programma filosofico, si è registrato un forte equilibrio tra le lezioni, con un pubblico ben distribuito in modo uniforme tra tutti gli appuntamenti. Premiati anche parecchi degli autori debuttanti, in particolare Alain Ehrenberg, Michel Agier e Michael Rosen. I picchi di partecipazione, con 6.000 presenze e oltre, si sono avuti con le lezioni di Umberto Galimberti e Massimo Cacciari, mentre nei casi di Michela Marzano, Stefano Massini e Massimo Recalcati si sono superate le 4.000. Parecchi altri appuntamenti hanno raggiunto o superato le 2.000 presenze, come è accaduto alle lezioni di Enzo Bianchi, Donatella Di Cesare, Roberto Esposito, Salvatore Natoli, Silvia Vegetti Finzi.

Tra le iniziative del programma creativo a Modena, straordinario dato di affluenza ha fatto registrare la mostra “Nella mente di chi guarda” presso la Chiesa di San Giovanni Battista, che ha superato le 8.500 presenze. Grande riscontro di pubblico nelle varie iniziative espositive, laboratoriali e musicali presso il Complesso Sant’Agostino, in collaborazione con Ago Modena Fabbriche Culturali: sommando le affluenze alle iniziative in programma il dato complessivo è attorno alle 7.000 presenze, mentre gli accessi totali al Complesso superano le 9.000. Ottimi risultati anche per le mostre di Fondazione Modena Arti Visive (con oltre 4.000 presenze) e per quelle dei Musei Civici (quasi 4.000). “Personart” presso la Galleria Estense ha totalizzato quasi 2.900 accessi. Diverse comunque le mostre che hanno ottenuti risultati lusinghieri, vicino od oltre le 2.000 presenze, come quelle presso il Complesso San Paolo e le mostre presso Biblioteca Poletti e Archivio storico del Comune. Gli spettacoli serali di Pamela Villoresi e David Riondino, nonché la conversazione tra Lino Guanciale e Roberto Escobar, hanno attratto in Piazza Roma e Piazza Grande un cospicuo pubblico.

A Carpi (dove è stato notevole il risultato delle lezioni magistrali, che hanno sfiorato le 30.000 presenze), si è registrato un risultato generale complessivo di oltre 48.000 presenze.

A Sassuolo, che ha sostanzialmente confermato l’andamento dell’anno passato, notevole afflusso per la mostra sui Francesco d’Este a Palazzo Ducale (con oltre 2.200 presenze) e per lo spettacolo di Lella Costa, che alla domenica sera ha chiamato 1.000 persone.

Le prime stime indicano inoltre che anche quest’anno la capienza alberghiera nelle tre città è stata esaurita; si sono inoltre registrati ottimi risultati nei quasi 80 ristoranti ed enoteche che hanno aderito alla cucinafilosofica.

 

Ufficio stampa festivalfilosofia
MediaMente Comunicazione
Tel. 059 347027
stampa@mediamentecomunicazione.it

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy utilizzando il tasto 'Leggi' di questo banner o il link presente nella parte inferiore di ogni pagina. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Leggi