Milo Manara. Sirenae
Sabato 21 settembre 2002
10:00 - 23:00 mostra repliche

Milo Manara. Sirenae

Mostra di tavole originali
Conduce:
A cura di: Cooperativa Koala
Sassuolo

Le bellissime donne di Milo Manara sono ormai parte dell’immaginario erotico di tutti coloro che hanno avuto la fortuna di incontrarle tra le pagine delle sue storie o nelle illustrazioni che spesso si incontrano nei periodici, nelle pubblicità, nella cartellonistica cinematografica o teatrale. Donne belle come Sirene, appunto, che con le sirene della mitologia, a cui Manara ha dedicato alcune splendide tavole, condividono il potere di ammaliare gli uomini e attrarli verso un mondo incantato, che per nostra fortuna non è quello dei destini nefasti e del naufragio, ma quello della fantasia, dell’Eros e dell’immaginazione. Tavole a fumetti, disegni, bozzetti pubblicitari e cinematografici, nonché anteprime dei lavori più recenti compongono questa ricca esposizione che offre al pubblico alcune tra le opere più interessanti e meno conosciuto di Milo Manara Si tratta di più di 70 opere di diverso formato suddivise in quattro sezioni: Modella raccoglie le tavole in cui Manara ha recentemente indagato il rapporto che lega artista e modella reinterpretando alcuni capolavori della pittura moderna; Fellini è composta da disegni scelti tra le sceneggiature originali trasposte in storie a fumetti e le tavole realizzate in omaggio al grande amico regista; Fumetti comprende storyboards, materiali preparatori e tavole che mostrano come una storia a fumetti nasce e viene realizzata; infine Disegni in cui sono esposti tavole e disegni prodotti per la pubblicità, la stampa e il cinema e che hanno contribuito rendere sempre più noto e riconoscibile lo stile di Milo Manara.

Orari di apertura:
dal 20 al 22 settembre 2002: ore 10.00-22.00
dal 23 settembre al 20 ottobre 2002: sabato ore 15.00-18.00, domenica ore 10.00-13.00 15.30-18.30

Milo Manara è nato a Luzzon (BZ) il 12 settembre 1945. Studia Architettura a Venezia e comincia la sua carriera a Verona come assistente dello scultore spagnolo Berrocal. Dall’inizio degli anni Settanta si dedica ai fumetti, dando il via a una carriera che lo porterà ad essere il maggiore disegnatore italiano più conosciuto in Italia e all’estero. Serie come Lo scimmiotto, Le avventure di Giuseppe Bergaman, Il gioco, per citarne solo alcune, rappresentano infatti uno dei vertici del fumetto italiano. Essere disegnatore di fumetti, nel caso di Manara, non è certamente limitativo: ha infatti collaborato con scrittori e registi di cinema e di teatro per la realizzazione di illustrazioni, scenografie o, come nel caso dell’incontro con Fellini, trasponendo in fumetti sceneggiature che non erano divenute pellicole, come Viaggio a Tulum (1987) e Il viaggio di G. Mastorna, detto Fernet (1992). Le illustrazioni realizzate da Milo Manara nel corso della sua carriera sono raccolte nei volumi: Glamour Book 1 (1984), Glamour Book 2 (1985), Il diario di Sandra F. (1985), Nubinlove (1985), Foemina (1988), Memory (2001). Tra le sue pubblicazioni più recenti ricordiamo: A riveder le stelle. Le avventure metropolitane di Giuseppe Bergman (1999), Rivoluzione (2000), Tre ragazze nella rete (2000) e, in particolare, La modella (2002).


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy utilizzando il tasto 'Leggi' di questo banner o il link presente nella parte inferiore di ogni pagina. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Leggi