Robot
Sabato 19 settembre 2020
Carlo Bordoni

Robot

L’uomo e il suo doppio nell’immaginario sociale
Conduce:
Modena

Dai meccanismi semoventi agli automi con voce e a quelli elettrici, dagli androidi ai robot e ai cyborg, in che modo l’immaginario fantascientifico ha anticipato la realtà?

Carlo Bordoni è professore straordinario all’Università Mercatorum di Roma, ha insegnato alle Università di Pisa e Firenze, all’Orientale e alla Federico II di Napoli, allo IULM di Milano. Scrive per “Il Corriere della Sera” e il supplemento “La Lettura”, la rivista bimestrale “Charta” e il trimestrale “Prometeo”, di cui fa parte del comitato scientifico. Si occupa di sociologia dei processi culturali e dell’analisi dei mutamenti nei settori della vita pubblica. Tra le sue pubblicazioni: Società digitali. Mutamento culturale e nuovi media (Napoli 2007); Libera multitudo. La demassificazione in una società senza classi (Milano 2008); La dismisura immaginata. Hoffmann e la letteratura fantastica (Chieti 2009); L’identità perduta. Moltitudini, consumismo e crisi del lavoro (Napoli 2010); Dal sublime ai nuovi media. Arte estetica società (Pisa 2011); La società insicura. Convivere con la paura in un mondo globalizzato (con una conversazione con Zygmunt Bauman, Reggio Emilia 2012); con Zygmunt Bauman, Stato di crisi (Torino 2015); Stato di paura (Roma 2016); Uguaglianza. Crisi di un’utopia moderna (Roma 2017); Fine del mondo liquido. Superare la modernità e vivere nell’interregno (Milano 2017); Il paradosso di Icaro. Ovvero la necessità della disobbedienza (Milano 2018); L’eredità di Bauman. Dal postmoderno al pensiero liquido (Roma 2019); Zygmunt Bauman. Sociologo della modernità (a cura di, Milano 2020).

Ultimo aggiornamento profilo: 2021

2020

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy utilizzando il tasto 'Leggi' di questo banner o il link presente nella parte inferiore di ogni pagina. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Leggi