ilprogramma

festival<i style='color: white;'>filosofia</i>

Venerdì12Settembre2014

09.00 - 23.00

Horitoshi I, Elena Borghi
In-k-glorious

L’arte giapponese del tatuaggio

Curatori: Alessandro Migliore, Silvia Cavalieri ed Eva Ferrari

Modena

Galleria THC - architecture visual communication
aggiungi al tuo programmarimuovi dal tuo programma


Incidere sulla pelle i segni dell’onore e della colpa, ne garantisce l’indelebilità e l’impossibilità di esserne spogliati o redenti.
Una digressione inedita nell’arte dell’irezumi, il tatuaggio tradizionale giapponese, il cui codice iconografico, soggetto a leggi compositive precise, si attua interamente attraverso significanti associati alla lotta gloriosa e all’integrità morale che comporta.
In-k-glorious presenta attraverso fotografie, video e disegni una serie di ritratti di moderni guerrieri tatuati dal maestro Horitoshi I e un’installazione papercraft in-progress di Elena Borghi, in un allestimento curato da THC e dal filmaker Alessandro Migliore.

Nell’ambito della mostra, sabato 13 alle ore 17.00 Toshihide, tatuatore giapponese membro della famiglia Horitoshi, si esibirà in una performance live di irezumi.

 

Horitoshi I. Mr. Ikebukuro Shodai Horitoshi è una leggenda vivente in Giappone (e non solo) e custode dell’antica arte tebori. Maestro indiscusso dell’arte del tatuaggio, lavora da 45 anni secondo la tecnica tradizionale: l’incisione a mano. www.horitoshi1.com

Toshihide. Tatuatore giapponese di fama intenazionale residente a Berlino, membro della famiglia Horitoshi e maestro di tebori. www.toshihidetattoo.com

Elena Borghi. Artista poliedrica, progetta e realizza allestimenti per vetrine, fiere, eventi, interior design, pubblicità, shooting fotografici e qualunque spazio affamato di eteriche presenze. Disegna sui muri, su carta e su ogni superficie dove possa scorrere il suo tratto nero. www.elenaborghi.com

Alessandro Migliore. Nato a Lecce nel 1986, milanese d’adozione Per hobby inizia a fotografare; dopo anni registrare immagini diventa uno stile di vita e d’espressione permanente. New York è la prima meta professionale. www.cargocollective.com/lemonprdct

Silvia Cavalieri. Modenese, è architetto formatosi tra Italia e Spagna, con esperienze lavorative in Italia ed Ungheria come progettista, designer e grafica.

Eva Ferrari. Genovese, laurea al politecnico di Budapest, ha lavorato per anni in Norvegia ed Ungheria come architetto, grafico e stylist. Da qualche anno risiede e lavora in Italia.

Silvia Cavalieri e Eva Ferrari sono fondatrici e curatrici, dal 2013, dello spazio-studio THC. 

 

Inaugurazione: sabato 13 settembre ore 17.00

 


 

THC_architecture visual communication
Via Carteria, 24/24A
41120 Modena
Tel. 059 8752842
www.facebook.com/THCArchitectureVisualCommunication 
hello.thc@gmail.com  



<< back

logo festivalfilosofia

Consorzio per il festivalfilosofia - Largo Porta Sant'Agostino 337 - 41121 Modena - telefono 059 2033382 - fax 059 2033120 - e-mail: info@festivalfilosofia.it