Patografie. Pagine di letteratura ferita
Venerdì 19 settembre 2003

Patografie. Pagine di letteratura ferita

Letture di Benedetto Valdesalici accompagnate dal violino di Ezio Bonicelli

In occasione della giornata mondiale dell’Alzheimer
Conduce:
A cura di: Gruppo di lavoro tecnico sulle demenze - Servizio Assistenza Anziani
Modena
Palazzo dei Musei - Sala dell'Oratorio

Analisi scientifica e sensibilità estetica si coniugano nelle pagine di letteratura ferita che presenterà il dr Benedetto Valdesalici, psichiatra, poeta e cultore di patografia.

La patografia è un 'eccellente strumento per meglio intendere l'umano nella malattia' e fu già coltivata da Karl Jasper (il fondatore della moderna psicopatologia), dallo psicofisiologo russo Lurja e, per farsi a tempi più recenti, da Oliver Sacks.
Il dr Valdesalici presenterà pagine che descrivono la malattia, per così dire, dall'interno, pagine che, pur frutto di malattia, sono spesso servite a cicatrizzare quelle ferite che le avevano prodotte (come succede allo spleen letterario che cura l'esistere) e, talvolta. non solo le proprie. Così la malattia come vulnus nel continuum vitale diventa esperienza che accomuna: le memorie di un malato di nervi a Rodez, i versi tubercolotici di Guido Gozzano, l'ospedale tetraparetico di Aprea, le visioni parziali del Diario dell'Alzheimer di Cary Smith Henderson potrebbero essere le nostre memorie, i nostri pensieri, i nostri desideri e, perchè no?, le nostre visioni parziali. Il dolore che sa affrancare come ottundere, il dolore che sa anche uccidere, quel dolore è lo stesso per tutti e ci rende tutti più uomini.

La lettura sarà accompagnata dal violino di Ezio Bonicelli. Diplomato all'Istituto musicale Peri di Reggio Emilia col M° Astorre Ferrari, si è poi specializzato prima a Fiesole col M° Renato Zanetovich e poi a Portogruaro col M° Pavel Vernicof.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy utilizzando il tasto 'Leggi' di questo banner o il link presente nella parte inferiore di ogni pagina. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Leggi