L inconscio delle istituzioni o l oscenità del politico
Sabato 17 settembre 2005
Slavoj Zizek

L'inconscio delle istituzioni o l'oscenità del politico

Conduce:
Carpi

Slavoj Zizek è professore di Sociologia presso l’Università di Lubiana. Filosofo e psicanalista di orientamento lacaniano, nei suoi lavori, tutti segnati da una vena anticonformista e arguta, ha esaminato i meccanismi simbolici del desiderio e dell’identità sia nella sfera pubblica, sia sul piano della cultura popolare, in particolare per come essa si esprime nel cinema. Tra le sue pubblicazioni recenti: Il godimento come fattore politico (Milano 2001); Tredici volte Lenin. Per sovvertire il fallimento del presente (Milano 2003); Il soggetto scabroso. Trattato di ontologia politica (Milano 2003); Iraq. Il paiolo in prestito (Milano 2004); L’epidemia dell’immaginario (Roma 2004); Distanza di sicurezza. Cronache del mondo rimosso (Roma 2005); America oggi. Abu Ghraib e altre oscenità (Verona 2005).

Ultimo aggiornamento profilo: 2005

2003 | 2005

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy utilizzando il tasto 'Leggi' di questo banner o il link presente nella parte inferiore di ogni pagina. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Leggi