Per mestiere e per diletto
Michele Barchi
Sabato 18 settembre 2021

Per mestiere e per diletto

Johann Sebastian Bach e Benedetto Marcello: il professionista e il dilettante
Conduce:

Michele Barchi, clavicembalo
A cura di: Grandezze & Meraviglie, Festival Musicale Estense

Modena

Il concerto evoca l’ambigua coppia antinomica della pratica artistica per il piacere o come attività condizionata dalle necessità disussistenza e soggetta alla committenza. Benedetto Marcello, nella sua posizione di nobile, si distingueva come “musico dilettante” per fugare ogni “ombra” di dipendenza, in una Venezia dove la musica aveva assunto un preponderante valore economico. In Johann Sebastian Bach i confini si sfumano: come organista di corte aWeimar o Cantor a Lipsia, la sua attività andò sempre oltre il ruolo assegnato, travalicandone i limiti, fino a prendersi dei momenti di puro diletto. 

Programma

Benedetto Marcello (1686-1739)
Sonata quarta in sol minore
Allegro, allegro, adagio, giga
Sonata nona in la maggiore
Largo, presto, allegro 

Johann Sebastian Bach (1685-1750)
Preludio n si minore BWV 923
Fuga in si minore su tema di Albinoni BWV 951
Fuga in la maggiore su tema di Albinoni BWV 950
Toccata in re maggiore BWV 912

 


Michele Barchi, è nato in una famiglia di artisti. Si è diplomato in pianoforte al Conservatorio di Milano con Maria Isabella De Carli. La sua passione per la musica è completa al punto da diventare anche costruttore di strumenti. Affiancando lo studio del pianoforte a quellodel clavicembalo, Barchi si è successivamente diplomato in quest’ultimo a Brescia, da autodidatta, diventando un esperto nella realizzazione del basso continuo. Ha poi intrapreso l’attività concertistica, sia come solista sia come continuista, dapprima con l’ensemble milanese «Il Giardino Armonico», una delle formazioni più apprezzate nell’interpretazione del repertorio barocco su strumenti d’epoca, poi con altre formazioni come «Brixia Musicalis» con laviolinista Elisa Citterio. Con Claudio Abbado ha interpretato i Concerti Brandeburghesi al Festival di Lucerna, con Riccardo Muti ha invece suonato Scarlatti al festival di Salisburgo. Ha non poche incisioni all’attivo, tra cui un dvd dedicato ai clavicembalisti veneziani del ’700 edito da Fugatto e diversi cd di musica cembalistica dell’edizione completa delle opere di J. S. Bach (Edizioni Teldec). La più recente incisione solistica: Le Variazioni Goldberg di J.S.Bach, 2020. Attualmente è componente e solista fisso dell’Ensemble Armoniosa.

Grandezze & Meraviglie è il più longevo Festival di musica antica emiliano-romagnolo e intende valorizzare 1000 anni di musica con i moderni criteri di esecuzione storicamente informata, con nuove produzioni e riscoperte.
Sede: Via Ganaceto, 40B - 41121 Modena
Contatti: 059 214333 -3458450413 | info@grandezzemeraviglie.it | www.grandezzemeraviglie.it 

 

Luogo:
Chiesa San Bartolomeo
Via dei Servi, 13
41121 Modena

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy utilizzando il tasto 'Leggi' di questo banner o il link presente nella parte inferiore di ogni pagina. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Leggi