Enrico Baj<br>Dames et généraux
Sabato 13 settembre 2014
09:00 - 23:00 mostra repliche

Enrico Baj
Dames et généraux

Conduce:

Curatrice: Carla Barbieri

Modena
Palazzo dei Musei - Biblioteca Poletti

In mostra alcuni libri d'artista a fogli sciolti dedicati ai “generali”, personaggi grotteschi e furibondi che per Enrico Baj massimamente rappresentavano l'autoritarismo con tutta la sua boria plurigallonata e decorata. Molto spesso i generali sono accompagnati da dame portatrici di nomi evocanti una passata gloria familiare tanto altisonante quanto ormai ridicola.
Tra queste opere il famoso e rarissimo Dames et Généraux, pubblicato nel 1964 da Arturo Schwarz insieme all'editore Berggruen di Parigi. Il volume è la prima realizzazione a stampa di questi temi tanto cari al libertario artista milanese. In esso le incisioni di Baj si affiancano a poesie del poeta surrealista Benjamin Péret e sono accompagnate da un testo critico di André Breton sull'opera di Baj. Marcel Duchamp fu talmente entusiasta del progetto editoriale che volle parteciparvi ideando per il libro un faux-titre che andò ad accompagnare il frontespizio originale.
Oltre una ventina le incisioni esposte nella mostra, cui si aggiungono plaquettes ed altre materiali tra cui il celebre Punching general del 2003, un pupazzone/pallone gonfiato traballante in effigie generalesca multidecorata da prendere (metaforicamente) a pugni come un punching ball.
In occasione di questa mostra alla biblioteca è stato donato l'introvabile catalogo originale del 1972 che il Comune di Milano aveva realizzato per l'esposizione a Palazzo Reale dell'opera I funerali dell'anarchico Pinelli, una sorta di rifacimento di Guernica dove agli anarchici e ai famigliari in lacrime si contrappone una schiera di tutori dell'ordine in urlante guisa generalesca. Poiché il giorno precedente l'inaugurazione venne tragicamente ucciso il commissario di polizia Luigi Calabresi, la mostra venne sospesa. Milano avrebbe dovuto aspettare quaranta anni per vedere finalmente l'opera esposta nello stesso luogo e il catalogo ristampato in forma anastatica, nel 2012.

Per la realizzazione della mostra, un ringraziamento particolare a: Arturo Schwarz, Roberta Cerini Baj, Carla Roncato, Maria Elisa Della Casa, Paolo Olivieri.

 

Carla Barbieri: Responsabile Fondi moderni Biblioteca Poletti, curatrice del fondo speciale dell'istituto dedicato ai libri d'artista

La mostra sarà visitabile fino al 3 gennaio 2015 con i seguenti orari: lunedì  14.30-19.00, dal martedì al venerdì 8.30-13.00 e 14.30-19.00, sabato 8.30-13.00

Inaugurazione venerdì 12 settembre ore 18.00 con la presenza di Roberta Cerini Baj

 

Nella foto: “Ce n’est pas ma faute (jambe de bois), Enrico Baj “Dame set généraux”, 1964

 

Biblioteca civica d'arte Luigi Poletti
Palazzo dei Musei
Piazza Sant'Agostino, 337
41121 Modena
Tel. 059 2033372
www.comune.modena.it/biblioteche/poletti    
biblioteca.poletti@comune.modena.it 


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy utilizzando il tasto 'Leggi' di questo banner o il link presente nella parte inferiore di ogni pagina. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Leggi