Lavoro
Domenica 20 settembre 2020
Giovanni Mari

Lavoro

Rivoluzione informatica e autorealizzazione della persona
Conduce:
Modena

In quale misura la trasformazione del lavoro, attraverso i lavori creati dalla digitalizzazione e i lavori cognitivi della rivoluzione informatica, può rappresentare un processo di conquista di libertà?

Giovanni Mari , già professore di Storia della filosofia presso l’Università di Firenze e presidente della rivista “Iride. Filosofia e discussione pubblica”, si occupa di filosofia del lavoro. Nei suoi studi ha indagato l’epistemologia della conoscenza, dedicando particolare attenzione al rapporto tra filosofia e storiografia. In una prospettiva di storia delle idee, ha analizzato inoltre le trasformazioni prodotte dal processo di globalizzazione economica sulla concezione delle categorie di lavoro e ozio nella società contemporanea. Tra le sue pubblicazioni: I vocabolari di Braudel. Lo spazio come verità della storia (Napoli 2001); Libertà, sviluppo, lavoro (Milano 2004); La filosofia e la società della conoscenza. Scritti di storia comparata delle idee (Pisa 2005); Il lavoro dopo il Novecento: da produttori ad attori sociali (a cura, con A. Gramolati, Firenze 2016); Il lavoro 4.0. La quarta rivoluzione industriale e le trasformazioni delle attività lavorative (a cura, con A. Cipriani e A. Gramolati, Firenze 2018); Libertà nel lavoro. La sfida della rivoluzione digitale (Bologna 2019).

Ultimo aggiornamento profilo: 2020

2020

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy utilizzando il tasto 'Leggi' di questo banner o il link presente nella parte inferiore di ogni pagina. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Leggi