The self in the forest
Sunday 15 September 2019
21:00
Moderator:
Carpi

The life and subjectivity of plants emerge from the canon of the history of philosophy: what does it show us and what does it teach us, about our own life, their removal, their forgetting?

Emanuele Coccia is a maÎtre de conférence at the Ecole des Hautes Etudes en Sciences Sociales in Paris, after teaching the History of Medieval Philosophy at Freiburg University in Germany. A specialist of Averroes as well as of the medieval and modern averroisms, he has drawn from it an original interpretation of the nature of images and of the medial nature of sensitivity, overcoming the dualism between subject and object. Among his books: La trasparenza delle immagini. Averroè e l’Averroismo (Milano 2005); La vita sensibile (Bologna 2011); Il bene nelle cose. La pubblicità come discorso morale (Bologna 2014); La vita delle piante. Metafisica della mescolanza (Bologna 2018). He has moreover edited, with Giorgio Agamben, the anthology Angeli. Ebraismo, Cristianesimo, Islam (Milano 2009).

2012 | 2014 | 2017

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy utilizzando il tasto 'Leggi' di questo banner o il link presente nella parte inferiore di ogni pagina. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.