ilprogramma

festival<i style='color: white;'>filosofia</i>

Venerdì13Settembre2013

09.00 - 23.00

Enrica Berselli
Do the Mutation
Simbiosi post-organiche

Curatori: Nicolò Gianelli, Regina Tedeschini, Jessica Costanzini
ore 18: inaugurazione

Modena

Emilia Ruvida
aggiungi al tuo programmarimuovi dal tuo programma


L’esposizione esplora il territorio di confine tra fisico e virtuale sotto l’egida della maschera, per indicare come Eros sia sempre una finzione e un distanziamento e come non si dia esperienza d’amore fuori dalla sua proiezione rappresentativa.
I disegni a radiograph di Enrica Berselli illustrano le mutazioni corporee di creature dall’anatomia alterata, corpi che – nel medium della tecnica – risalgono a una vitalità immemore e incosciente.
Viceversa Do the Mutation esporrà tre prototipi di maschere appartenenti al progetto “Collagene”, realizzate utilizzando la scansione laser della geometria dei volti come input di un sistema di algoritmi che genera le fibre di cui è composto l’oggetto, stampato poi in 3D con specifico materiale a matrice polimerica.
In questo oscillare tra aggregazioni fibrose e conglomerati polimerici - accomunati da un decentramento dell’umano – emerge una modalità a un tempo ancestrale e futuristica di recupero dell’Es e dell’istintualità che presiedono all’esperienza dell’amore, sul confine tra pulsioni e mascheramento.

 

Enrica Berselli, nata nel 1984, vive a Modena. Ha conseguito una laurea in Lettere Moderne all’Alma Mater Studiorum di Bologna e un diploma specialistico in Visual Arts all’Accademia di Brera (MI). La sua ricerca artistica è volta alla creazione di una ritualità costruita sul soggetto-corpo, ancestrale e allo stesso tempo postorganica. Ha esposto in numerosi spazi pubblici e privati, fra cui La Fabbrica del Vapore (MI), Palazzo Durini (MI), Palazzo Penna (PG), Abnormals Gallery (Berlino).

Do the Mutation è un laboratorio di design generativo con sede tra Modena e Bologna ideato da Filippo Nassetti e Alessandro Zomparelli. Nel 2013 sviluppano COLLAGENE, progetto che, mediante simulazioni digitali e 3D printing, dà vita a estensioni anatomiche capaci di mutare potenzialità ed estetica del corpo. Si occupano inoltre di grafica generativa e installazioni multimediali. dothemutation.wordpress.com

Nicolò Gianelli, scrittore, e Maria Regina Tedeschini, architetto, curano la direzione artistica dello spazio Emilia Ruvida. Jessica Costanzini, scrittrice, collabora con artisti e performers nell’ambito di eventi culturali.

 

La mostra sarà visitabile fino al 6 ottobre con i seguenti orari: giovedì e venerdì 18.00 - 21.00. Sabato e domenica 16.00 - 21.00

 

 

Emilia Ruvida – graffi d’arte locale
Via Carteria, 104
41121 Modena
www.emiliaruvida.blogspot.com
 
www.facebook.com/emiliaruvida

emiliaruvida@gmail.com



<< back

logo festivalfilosofia

Consorzio per il festivalfilosofia - Largo Porta Sant'Agostino 337 - 41121 Modena - telefono 059 2033382 - fax 059 2033120 - e-mail: info@festivalfilosofia.it