Consorzio per il festivalfilosofia

sostenitori

festivalfilosofia libertà
  torna indietro

12/09/2022 - 4. CS Giustizia in gioco: gli appuntamenti per i più piccoli

Laboratori, giochi, attività, letture e spettacoli per comprendere le implicazioni del concetto di giustizia. Da venerdì 16 a domenica 18 settembre a Modena, Carpi e Sassuolo tante proposte nel programma pensato per bambini e ragazzi al ventiduesimo festivalfilosofia

 

Il mondo è pieno di regole. Nel gioco della vita succede che involontariamente o volontariamente provochiamo danni. Giustizia non è solo riconoscere un torto, infliggere un castigo; è chiedere scusa, mettere una pezza, provare ad accomodare ciò che è andato in frantumi, rimediare. Riparare è un’azione collettiva, un fatto che riguarda tutti: è uno dei temi al centro delle attività e dei laboratori pensati per bambini e ragazzi alla ventiduesima edizione del festivalfilosofia: spettacoli, narrazioni interattive ed esperienze sensoriali per tre giorni li accompagnano alla scoperta del concetto di giustizia.

 

MODENA

“Il filo della speranza” è una narrazione per ragazze e ragazzi a partire dai 14 anni e nasce da una storia vera. Vita, un’anziana ricamatrice, racconta alla nipote Nina le battaglie per il lavoro condotte in Sicilia alla fine degli anni ’60, ricordando le compagne di lotta e le prime cooperative femminili che portarono nel 1973 all’approvazione della legge nazionale di tutela del lavoro a domicilio, tuttora in vigore. Il racconto restituisce il coraggio di lavoratrici che hanno osato alzare la testa e, al contempo, mette in luce come un sapere artigianale misconosciuto e nascosto all’interno delle case possa trasformarsi in strumento di giustizia sociale (a cura e presso la Biblioteca Civica Antonio Delfini, sabato 17 alle 11).

Il mondo ha bisogno di nuovi Supereroi, ma chi sono e quali poteri devono avere per essere in grado di salvarci? “AAA Supereroi cercasi” è un laboratorio per famiglie che propone uno speciale percorso tra le illustrazioni del Museo della Figurina, partendo dal leggendario Superman per arrivare agli attuali protagonisti dei fumetti e dei film di animazione (a cura di FMAV Fondazione Modena Arti Visive, presso il Museo della Figurina a Palazzo Santa Margherita, sabato 17 dalle 15 alle 19 e domenica 18 dalle 10 alle 13).

Nel mito e nel mondo antico le attività di tessitura e filatura sono state legate all’universo femminile e ritroviamo lo stesso legame nell’Italia di pochi decenni fa: regine, principesse e donne comuni sono legate a uno stesso invisibile filo, che attraversa la storia e cuce personaggi, immaginari o reali, allo sfondo della memoria collettiva. Nel corso del laboratorio Il fuso, la spola e l’ago” utilizzando la tecnica tradizionale della tessitura, con l’aiuto di un piccolo telaio e di fili di lana i bambini dagli 8 agli 11 anni realizzano un segnalibro colorato, da usare per non perdere il segno nelle loro letture (a cura di e presso la Biblioteca Civica Antonio Delfini, sabato 17 alle 15.30 e alle 17).

“La Bilancia e la pedana” è una narrazione di e con Marco Bertarini che intreccia casi emblematici di lotte sociali per una giustizia “più giusta”: un coinvolgente racconto porta gli spettatori a incontrare prima una bilancia fondamentale per la vita della comunità sulla cui precisione nessuno si pone domande e poi dei bambini che si battono per risolvere un problema di barriere architettoniche e umane (a cura del Coordinamento Sito Unesco di Modena - Museo Civico di Modena, presso il Palazzo Comunale, sabato 17 e domenica 18 alle 15.30).

Può una fotografia cambiare il mondo? I ragazzi dai 10 ai 13 anni rifletteranno su questo con il laboratorio “Fotoreporter per un giorno”: dopo aver ascoltato il racconto del fotoreporter Valerio Bispuri su cosa significhi narrare attraverso le immagini e su quali siano le tecniche più efficaci, i giovani apprendisti, muniti di dispositivi digitali, cercheranno di mettere in pratica i consigli ricevuti per ottenere lo “scatto perfetto” che racconti storie e susciti emozioni (a cura della Biblioteca civica d’arte e architettura Luigi Poletti, presso il laboratorio Dida, sabato 17 e domenica 18 alle 15.30 e alle 17).

 

CARPI

L’installazione “Il posto giusto nel mondo. Viaggio alla scoperta di specie da proteggere” propone a bambini e bambine di “accarezzare” alcuni animali che, in tutto il mondo, diventano sempre più rari: è importante allora diventare velocemente sensibili, conoscere per provare a cambiare. A partire da un lavoro di grande impatto visivo, il Castello dei ragazzi e Zaffiria propongono un percorso tra animali da guardare, scoprire, conoscere (Palazzo dei Pio, Cortile d’Onore, venerdì 16 e sabato 17 dalle 10 alle 23, domenica 18 dalle 10 alle 20).

“Zoomix. Difendiamo le specie” è un laboratorio creativo con animali da ritagliare e ricostruire, curiosità da scoprire, meraviglie da osservare, in un percorso gioco ricco di sorprese (a cura di Castello dei ragazzi, in collaborazione con il Centro Zaffiria, Palazzo dei Pio, Cortile d’Onore, sabato 17 e domenica 18 alle 16.30 e alle 18.30).

In un mondo di strani animali si aggira Alessia, naturalista-narratrice, capace di coinvolgere grandi e bambini attraverso storie, giochi e curiosità con la narrazione E tu che specie sei?”: pinguini dagli occhi gialli, bradipi tridattili, cavallucci dalla coda di tigre… per immaginare insieme un ambiente e un futuro più armoniosi per ospitare le creature più curiose (a cura di Castello dei ragazzi, Palazzo dei Pio, Cortile d’Onore, sabato 17 e domenica 18 alle 17 e alle 18).

La climatologa Elisa Palazzi e il divulgatore Federico Taddia, voci e autori di “Bello Mondo - Un podcast sfacciatamente dalla parte del Pianeta” ragionano sullo stato di salute della Terra, sugli effetti quotidiani e sociali del cambiamento climatico e sulle buone pratiche da mettere in atto, con “Il clima non è uguale per tutti. Visioni e soluzioni per cambiare il cambiamento climatico”,per tutti a partire da 10 anni (a cura di Castello dei ragazzi, presso il Teatro Comunale, domenica 18 alle 15.30).

 

SASSUOLO

Al Parco Vistarino con il laboratorio Insieme ci ripariamo” tutta la famiglia può fare esperienza di riparazione e recupero con proposte per esercitarsi nell’aggiustare, sanare, dare nuova vita e rendere giustizia a ciò che resta dopo il danno. Con collage, kintsugi e mosaico ci si allena a ricomporre, ma anche a dare nuova vita a giochi o frutta (a cura del Centro per le Famiglie Distretto Ceramico, Villa Giacobazzi, Parco Vistarino, sabato 17 e domenica 18 dalle 9.30 alle 12.30, dalle 15 alle 19).

Ne La Giustizia, la Ruota, il Mondo” è possibile inventare e personalizzare alcune carte dei Tarocchi di Tinin Mantegazza (a cura di Biblioteca dei ragazzi Leontine e Teatro dell’Orsa, presso Villa Giacobazzi, sabato 17 alle 10 e alle 11.30).

L’infanzia ha occhi che sanno smascherare inganni e ingiustizie: l’appuntamento La bilancia delle nuvole” propone racconti intramontabili da Heinrich Böll a fiabe sapienziali, manciate di parole senza tempo da pesare sulla bilancia della vita (a cura di Biblioteca dei ragazzi Leontine con il Teatro dell’Orsa, presso Villa Giacobazzi, sabato e domenica 18 alle 10 e alle 11.30).

Il laboratorio Disegna il tuo giustiziere” esplora, anche attraverso esempi visivi, il concetto di giustizia e quello di vendetta nel mondo dei fumetti, tramite le differenze tra alcuni dei personaggi più popolari. Nella seconda parte dell’incontro, si progetta insieme un proprio personaggio e lo si realizza seguendo alcune regole basilari di disegno (a cura di Biblioteca dei ragazzi Leontine, presso Villa Giacobazzi, sabato 17 e domenica 18 alle 16.30).

 

Infoline: Consorzio per il festivalfilosofia, tel. 059/2033382 e www.festivalfilosofia.it

 

I comunicati stampa e le fotografie ad alta risoluzione relative al festivalfilosofia si possono scaricare dal sito www.festivalfilosofia.it

 

 

Ufficio stampa MediaMente

Tel. 339.8850143

stampa@mediamentecomunicazione.it