Giuseppe De Mattia<br>Il Gran Copiatore
Giuseppe De Mattia, il Gran Copiatore

Giuseppe De Mattia
Il Gran Copiatore

La fotocopia come opera d’arte democratica

Curatrice: Antonella Campobasso
A cura di: GATE 26A
Presentazione: sabato 16 settembre ore 18.00

Conduce:
Venerdì 15 settembre 2023
09:00 - 23:00 visualizza repliche

Una fotocopiatrice e un timbro sono oggetti di confine? Bastano a trasformare la riproduzione meccanica nella produzione di un’opera unica?

Al centro di questa performance artistica ci sarà una semplice fotocopiatrice da ufficio, destinata alla sua esatta funzione meccanica: copiare un testo con una determinata tiratura, più o meno elevata. Per l’occasione il gran copiatore, venendo attivato da un essere umano, riprodurrà per n volte un multiplo a distribuzione gratuita, su cui verrà riprodotta una forma di protesta.

Il foglio, istantaneamente timbrato, verrà così validato come opera d’arte.

Giuseppe De Mattia non firmerà le fotocopie riprodotte in serie a partire dalla matrice originale; saranno invece validate con un timbro che attesterà l’autenticità dell’opera. Così “una fotocopia ad arte” diventerà vettore di sé stessa e di comunicazione globale, resa unica dall’intervento dell’artista.

 


Giuseppe De Mattia (Bari, 1980) è un artista che utilizza diversi strumenti per indagare il rapporto tra memoria, archivio e contemporaneità. Ha esordito con la fotografia per poi spostarsi al video e all’audio, fino ad arrivare al disegno con le sue ultime opere. Da attento osservatore del panorama artistico contemporaneo, nella propria opera De Mattia tocca spesso temi strutturali legati all’economia di beni di consumo di base e arte contemporanea e, più in generale, alla relazione con il mestiere dell’artista, articolati attraverso un dialogo tra ironia, satira e struggente critica.
Facebook | Instagram

Antonella Campobasso (Bari 1992) è laureata in Storia dell’arte presso l’Università di Bologna e specializzata in Economia e Gestione delle Arti all’Università Ca’ Foscari di Venezia. Ha lavorato nella didattica, comunicazione e promozione dell’arte contemporanea per varie istituzioni Ciaotra cui la Biennale di Venezia, la Peggy Guggenheim Collection e la Fondazione Pino Pascali. Attualmente collabora con FMAV Fondazione Modena Arti Visive per l’Ufficio Stampa e Comunicazione.

GATE 26A è un collettivo fondato a Modena nel 2016. È nato dall’idea di costruire e sostenere un luogo capace di relazionarsi a 360° con la propria città. Come un gate aeroportuale, è un porto di partenze e di arrivi per operazioni site-specific. Nei suoi 19 m2 di spazio, i linguaggi dell’arte contemporanea si mischiano, venendo masticati, sputati e riassemblati per arrivare alla loro forma finale.
info@gate26a.com | Sito| Facebook | Instagram

  

Orari durante il festivalfilosofia:
Venerdì 15 settembre ore 9.00 – 23.00
Sabato 16 settembre ore 9.00 – 23.00
Domenica 17 settembre ore 9.00 – 21.00

Dopo il festival la mostra sarà visitabile fino al 17 ottobre 2023
Sabato e domenica ore 16.00 – 20.00.
Negli altri giorni su appuntamento. L’installazione è visibile anche dall’esterno.

  

Luogo:
GATE 26A
Via Carteria, 26/A
Modena

GALLERIE n. 5016 - Giuseppe De Mattia, il Gran Copiatore
Giuseppe De Mattia, il Gran Copiatore