Correzione linguistica
Anna Maria Lorusso, Giorgia Serughetti

Correzione linguistica

Politiche di genere tra parola e lingua
Conduce:
Domenica 17 settembre 2023

Dove si collocano le strategie linguistiche di inclusione ed esclusione e le politiche di correzione linguistica all’interno delle politiche di genere? Come possono singoli atti di parole determinare cambiamenti su un piano, quello della langue, che evolve principalmente in funzione del tempo e della realtà sociale sovraindividuale?

 

Anna Maria Lorusso insegna Semiotica, è parte del gruppo di ricerca sulla memoria e i traumi culturali “Trame” e direttrice del Master in Editoria cartacea e digitale presso l’Università di Bologna. Dal 2017 al 2021, è stata presidentessa dell’Associazione Italiana di Studi Semiotici. È stata inoltre visiting professor negli Stati Uniti, in Cile, in Australia, in Canada e in Argentina. I suoi interessi di ricerca vertono sulla dimensione retorico-discorsiva della cultura: forme di narrazioni collettive, figure retoriche dominanti, modalità discorsive di stabilizzazione, cambiamento e traduzione di stereotipi e luoghi comuni. Si occupa di memoria ed eredità culturale, di narratologia e narrazioni sociali, delle forme di “popolarizzazione” della storia, attraverso i diversi media. È vicedirettrice di “Versus. Quaderni di studi semiotici” e ha collaborato con l’inserto culturale domenicale de “Il Sole 24 Ore”. Tra le sue opere recenti: Semiotica del testo giornalistico (con Patrizia Violi, Roma-Bari 2004); Metafora e conoscenza (Milano 2005); La trama del testo. Problemi, analisi, prospettive semiotiche (Milano 2006); Umberto Eco. Temi, problemi e percorsi semiotici (Roma 2008); Semiotica della cultura (Roma-Bari 2010); Postverità. Fra reality tv, social media e storytelling (Roma-Bari 2018); L’utilità del senso comune (Bologna 2022).

Ultimo aggiornamento profilo: 2024

2018 | 2022 | 2023

Giorgia Serughetti è ricercatrice in Filosofia politica presso il Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca, dove è anche membro del Comitato direttivo del Centro di ricerca “Public Reasoning and Global Society in Action” (PRAGSIA). È co-fondatrice e membro della rete GRIPS – Gruppo di ricerca italiano su prostituzione e lavoro sessuale. Collabora come editorialista con il quotidiano “Domani”. È anche formatrice e consulente su temi di genere e pari opportunità, migrazioni forzate e trafficking. Si occupa di studi di genere e teoria politica, con particolare attenzione a diritti umani, fenomeni migratori e trafficking, sessualità, violenza contro le donne e movimenti femministi. Si è interessata al rapporto tra linguaggio e politiche di genere, collaborando al volume: Parlare civile. Comunicare senza discriminare (a cura di Redattore sociale, Milano 2013). Tra le sue pubblicazioni: Uomini che pagano le donne. Dalle strade al web, i clienti nel mercato del sesso contemporaneo (Roma 2013, 2019 2a ed.); Libere tutte. Dall’aborto al velo, donne nel nuovo millennio (con Cecilia D’Elia, Roma 2017, 2021 2a ed. ); Democratizzare la cura / Curare la democrazia (Milano 2020); Donne senza Stato. La figura della rifugiata tra politica e diritto (con Ilaria Boiano e un saggio di Jane Freedman, Roma 2021); Il vento conservatore. La destra populista all’attacco della democrazia (Roma-Bari 2021); L’Europa e la sua ombra. Un continente di fronte alla responsabilità del futuro (con Gilles Gressani, Milano 2023).

 

Ultimo aggiornamento profilo: 2024

2023